I NOSTRI DISCORSI 

Scriviamo i nostri nomi ancora accanto sui muri

Che ci resteranno per sempre

Non come sulle fedi nuziali troppo spesso da rifondere

Scriviamo i nostri sogni ancora accanto sui muri

Che non si avvereranno ma non li cancelli con una mano di bianco

Che non bisogna essere giovani per farlo

Che ad aspettare le vostre promesse non abbiamo combinato niente

RIT:Prendiamoci un futuro migliore 

Dove poterci ricordare di essere umani

Un mondo senza musiche volgari 

Con i deserti ricoperti di pannelli solari

Prendiamoci un futuro migliore

Per usare come armi del progresso le fruste di pane

Un mondo senza più quei maledetti auricolari che ci hanno resi soli

 

Per andare contro tendenza uccideremo le apparenze

Rifiuteremo gli stereotipi

Che tanto passano di moda prima di noi 

Li faremo passare prima di noi che ci siamo già tolti gli occhiali da sole per vederci chiaro

Sulle guerre civili che non possono esistere, su tutte le bugie che ci raccontano

Dai volumi delle televisioni che coprono i nostri discorsi

Sempre più rari, sempre più seri e inconcludenti

 

RIT:Prendiamoci un futuro migliore 

Dove poterci ricordare di essere umani

Un mondo senza musiche volgari 

Con i deserti ricoperti di pannelli solari

Prendiamoci un futuro migliore

Per usare come armi del progresso le fruste di pane

Un mondo senza più quei maledetti auricolari che ci hanno resi soli.

 

 


 

JoomShaper